In che direzione sta andando la tua vita?

Analizza un attimo quelle che chiamo le 4 sfere:

  1. Sei felice nella tua vita sentimentale?
  2. Sei soddisfatto del tuo lavoro e della tua situazione economica?
  3. Com’è la tua salute?
  4. Vivi una vita sociale appagante?

Queste sono le sfere che caratterizzano la vita di ogni essere umano, nessuno escluso e sono quegli aspetti con cui abbiamo a che fare continuamente.

Magari non ci pensiamo, siamo presi da tanti di quei pensieri che spesso ci dimentichiamo del valore stesso della vita.

Si tende spesso ad osservare piccole cose, piccoli momenti quotidiani, valutando una situazione per capire se le cose vanno bene o male, ma in realtà la semplice valutazione di un unico evento per comprendere la nostra natura e dove ci stiamo dirigendo rimane abbastanza fuorviante.

Ti racconto una storia personale…

Uno dei miei sogni più grandi è sempre stato quello di poter aiutare le persone a vivere felici la loro vita. Sono sempre stato per lo più concentrato sulla salute rispetto alle altre sfere, anche perché ho sempre pensato che se si ha salute si vivono meglio tutte le altre sfere.

Per tantissimi anni ho lavorato solo concentrandomi in questo aspetto che ritenevo fosse il più importante; forse perché ho vissuto circondato da persone che stavano male e le ho viste soffrire per molto tempo prima di lasciare i loro corpi o forse perché avevo io stesso paura della sofferenza, non lo so, so solo che per me, capire come essere in salute era l’aspetto che più desideravo scoprire.

Ho iniziato con l’ayurveda, lo yoga e l’alimentazione, credevo che se fossi stato più puro, le malattie non sarebbero mai arrivate, se avessi fatto esercizio fisico sciogliendo le tensioni con lo yoga, sarei stato più leggero e che se non avessi mangiato carne sarei stato bene fisicamente e mentalmente.

In parte devo dire che ha funzionato, mi sentivo meglio ed ero molto più sereno da un certo punto di vista, ma il fatto è che comunque mi ammalavo.

Lavorando in un azienda, ero a contatto con sforzi fisici e persone che non facevano altro che criticare e vivere male la giornata e le sentivo, sentivo le loro energie e cercavo di proteggermi per non incombere anch’io in brutti atteggiamenti mentali e distruttivi.

Si questa era la prima cosa che ho imparato, e cioè che pensare negativamente portava a star male anche fisicamente, come un riflesso indotto: la mente pensa, il corpo reagisce al pensiero.

Questo continuo sforzo nel cercare di staccarmi da ciò che secondo me era sbagliato, in realtà invece di farmi sentire meglio, non faceva altro che farmi star male e soffrivo di continue influenze, dolori lombari, mal di schiena e mal di testa.

Se la misura della verità è l’efficacia, quello che stavo facendo sicuramente non era la giusta strada.

Così continuando i miei studi, entrando sempre più in profondità nella psiche umana, capii che nulla di ciò che proveniva dall’esterno poteva nuocere, tutto ciò che creava uno stato di insoddisfazione e mancanza di salute era il mio atteggiamento mentale, le emozioni che esprimevo o che tenevo dentro di me.

A questo punto potreste dire che se mangi qualcosa di velenoso, puoi morire, che se una persona alla guida di un auto ti viene addosso puoi farti molto male o morire e potresti pensare a tantissime altre casualità che provengono da fuori di te, eppure posso confermarti che la visione delle casualità è un concetto illusorio e sai il perché?

Perché siamo sempre noi a determinare la nostra vita e tutto ciò che ci capita, proprio per un motivo descritto negli altri principi: la legge di risonanza e di attrazione.

Ciò significa che i tuoi pensieri vibrano ad una determinata frequenza entrerai in contatto soltanto con le stesse identiche frequenze.

Un esempio?

Prova a immaginare che una persona sbadata alla guida di un auto, generi determinate frequenze che chiameremo “X” e pensa al fatto che tu, in un determinato periodo della vita sia sbadato perché preso da mille pensieri e che quindi anche tu generi una frequenza “X”.

Per risonanza, le due frequenze si incontreranno e risuoneranno all’unisono.

Ciò vuol dire che è possibile che grazie alle tue frequenze incontri per “caso” le stesse identiche energie e che quindi ne rimanga vittima o tu stesso causa (dipende da chi emana una frequenza più potente).

Questo per farti comprendere che se i tuoi pensieri e le tue emozioni sono controllate e dirette verso ciò che desideri, creerai per forza frequenze di altro tipo che in questo caso chiameremo “Y” e per risonanza, una frequenza “Y” non risuonerà mai con una frequenza “X”, quindi è assolutamente improbabile che incontri una persona sbadata nella vita se tu metti l’attenzione in ciò che fai.

E ipotizzando che esitano altre persone che emettono frequenze “Y”, con tutta probabilità saranno quelle le persone che incontrerai, stessa cosa vale per gli eventi e tutte le situazioni della vita.

Sapevi che solitamente quando una persona cerca il suo partner si trova bene con chi ha le simili frequenze a uno dei genitori che ha?

Se sei un uomo, starai bene con una persona che somiglia a tua madre e se sei una donna cercherai una persona che è simile a tuo padre.

Questo accade proprio per un concetto di risonanza con energie a noi familiari e la stessa cosa accade per il tipo di lavoro che facciamo, tutto risuona sempre in base alle frequenze che emettiamo.

Torniamo quindi a parlare della mia storia, sono riuscito a modificare la realtà in cui vivevo, cambiando pensiero rimanendo comunque dentro la realtà in cui vivevo senza distaccarmene, piuttosto ho capito che le situazioni non vanno allontanate, perché non serve se non a stare più male, ma vanno comprese e gestite attraverso l’uso di una mente cosciente che pensa, riflette e realizza ciò che vuole.

La gestione delle nostre emozioni è quindi la soluzione migliore che sono arrivato a comprendere in tutti questi anni, per riuscire a vivere in salute e sano.

Ora non mi ammalo più, eppure sono ritornato dall’essere vegetariano all’essere come la maggior parte delle persone, continuo a fare lavori anche fisici e non mi pesano e continuo a vivere in mezzo alle persone che criticano e giudicano costantemente pensando soltanto al male

Il fatto che non mi ammali, non è perché sono più forte o perché evito di sforzarmi, semplicemente ho imparato a gestire le mie emozioni di fronte alle avversità della vita, avendo una visione più positiva e attiva, riuscendo quindi a determinare ciò che ho sempre sognato di fare e migliorando ogni giorno di più.

Ora quindi visto che la misura della verità è l’efficacia, può essere questa la giusta strada verso il benessere?

Personalmente posso dire con la massima certezza di si, questa è la giusta strada perché sono arrivati risultati tangibili e analizzabili.

Ora quindi voglio dirti anche un’altra cosa…

Valuta il fatto che quando vuoi raggiungere un obiettivo, non sempre sceglierai la giusta strada e sicuramente commetterai degli errori, perché nessuno nasce imparato, ma se ti tirerai indietro alle prime difficoltà, nella vita non riuscirai mai a raggiungere ciò che desideri.

Dovrai darti da fare, analizzare gli errori e migliorare e soltanto quando avrai dei dati che quello che stai facendo porta benessere nella tua vita, capirai che stai andando verso la giusta direzione.

Non credere alle favole e ai principi azzurri ma determina quello che vuoi e analizza continuamente le sfere della tua vita ponendoti le domande che hai letto all’inizio del post, perché in questo modo vedrai grandissime soddisfazioni e troverai quel benessere e quella felicità che hai sempre cercato.

Il fine determina i mezzi

Molti di voi a questo punto crederà che quindi più aumentiamo le nostre vibrazioni e più otterremo ciò che vogliamo, questo è vero, ma è anche vero che per farlo dovrai pestare i piedi a qualcuno che non ti sta a genio o che blocca la tua crescita.

È un concetto che viene utilizzato molto nel coaching o nella pnl e per carità, funziona e funziona abbastanza bene ma questo non farà altro che sviluppare un mondo dove ci sarà sempre di più un divario tra poveri e ricchi, sempre più separazioni invece che unioni, sempre più puzza sotto il naso verso chi ci circonda e sicuramente non porterà salute a lungo termine.

Elevare le proprie vibrazioni è sacrosanto ma va anche detto che chi ci aiuta a farlo, sono proprio le persone che incontriamo nella nostra vita e quindi una volta che siamo migliori non credo che sia un bene, vantarsi di dove si è arrivati, sbattendosene di chi in qualche modo ti ha aiutato a farlo.

Quindi nel principio huna “la misura della verita è l’efficacia” il concetto che più viene apprezzato e condiviso è “i mezzi che adopererai determineranno il fine“.

Ciò vuol dire che se i mezzi che userai non entreranno in conflitto con chi ti circonda, forse ci potrà volere più tempo, ma sicuramente diventerai una grandissima persona, perché lavorerai di più quel qualcosa che molti considerano una debolezza ma che in realtà è il più grande potere che esiste nell’universo, “l’amore” e potrai così acquisire anche quei poteri che rare persone hanno: umiltà, compassione, uguaglianza, rispetto, e soprattutto armonia.

Una legge universale determina il raggiungimento dei tuoi obiettivi ed è la legge del tempo, dove più il tuo sogno sarà grande e più tempo ci vorrà a realizzarlo, quindi non pretendere di arrivare a compimento di tutto ciò che desideri in brevissimo tempo, ma continua sempre a tenere bene in testa ciò che vuoi raggiungere, perché accadranno sempre fatti nuovi, a volte comprensibili e a volte meno, ma di sicuro saranno determinati da quel pensiero che hai e quindi per risonanza, tutto si predisporrà per far si che quell’obiettivo, quel sogno, si realizzi.

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi lasciando il tuo nome e la tua mail a fine pagina nel popup che uscirà.

Dalla prossima settimana, prenderemo in esame tutti i principi di cui ti ho parlato fino ad ora e inizieremo a utilizzare delle piccole tecniche che aiutano ad entrare più in profondità e acquisire così maggiore consapevolezza di ciò che ti ho parlato fino ad ora.

Buona Vita attraverso i principi Huna!

Luca Bolognini

Related Post

Vivere oggi attraverso i principi Huna: 6° potere ... È molto probabile che questo potere ti sia sconosciuto. Pochi sanno che il pensiero è energia e che basta pensare ad un qualcosa che questo diventa r...
Vivere oggi attraverso i principi Huna: 3. L’... In questo principio non posso evitare di parlare di chi come altri, ha dedicato tutta la sua vita per raggiungere i suoi sogni. Vista forse in uno de...
Vivere oggi attraverso i principi Huna: 1° Potere ... Ogni principio, di cui abbiamo parlato negli altri 7 articoli prima di questo, ha un suo potere celato nelle parole che avete letto. Iniziando quindi...
Vivere oggi attraverso i principi Huna: 2. Non ci ... Ti è mai capitato di trovarti di fronte ad una situazione difficile e dire: non ce la farò mai? Oppure pensare che non vale la pena fare qualcosa anc...

Huna
lab

Iscriviti alla newsletter di
Luca Bolognini
Mi iscrivo
close-link