Ti è mai capitato di trovarti di fronte ad una situazione difficile e dire: non ce la farò mai?

Oppure pensare che non vale la pena fare qualcosa anche se in fondo è importante?

Magari dentro di te ti sentivi di riuscire a superare quella situazione, ma hai preferito lasciar andare, far scorrere, invece di affrontarla.

Anche in questo caso, la vocina di cui ho parlato nello scorso articolo sul primo principio huna, è la vocina dell’inconscio che avendo acquisito memorie ed esperienze e non sapendo quindi come affrontare una nuova situazione mai registrata prima, decide di portare alla tua mente quel pensiero di abbandono, determinato dal fatto che per arrivare a compimento di un nuovo obiettivo, dovrai in qualche modo agire e quindi generare movimenti pensieri, piccole sofferenze tanto per intenderci

Nulla di così grave, ma chi mai vorrebbe soffrire? Non è così?

Secondo te, cosa veramente ci fa credere che ogni azione porti inevitabilmente ad una sofferenza?

Non ci crederai mai, ma uno dei motivi per cui evitiamo di generare azioni che conducono verso un nostro miglioramento, riguarda la società in cui viviamo.

Se solo provi a pensare a tutta la sofferenza che un paladino della giustizia in un film deve affrontare per riuscire a salvare il mondo dai cattivi e pensi di doverla replicare per poter raggiungere i tuoi obiettivi, credimi se ti dico che eviterai ogni tipo di azione e sai il perché?

Perché al tuo inconscio, non frega nulla se quello è un film che hai visto in tv oppure un sogno che hai fatto di notte, per l’inconscio ogni emozione vissuta viene considerata reale, proprio come se l’avessi vissuta di persona.

Non ti è mai capitato di emozionarti vedendo un film? Credo proprio di si, altrimenti non avresti mai acceso la tv.

Amiamo le emozioni, l’inconscio ama le emozioni, proprio perché è da loro che si crea la tua personalità e in base al tipo di emozioni che vivrai, deciderai cosa sia giusto o sbagliato.

Prova a vivere per una vita a contatto con persone negative e ti accorgerai, che neanche se lo volessi, potresti riuscire a vivere una vita positiva.

Questo accade per il semplice motivo che se impari un “linguaggio” esso sarà la tua lingua madre.

Ma essendo un linguaggio, è anche possibile cambiarlo, è possibile imparare un’altra lingua, cosa alquanto difficile se non impossibile se si vive a contatto con chi parla la tua lingua, ma automaticamente facile e veloce, se si sta a contatto con persone che parlano un’altra lingua.

Con questo credo che tu abbia capito cosa intendo, se nella vita hai acquisito esperienze di un certo tipo, difficile sarà credere che potrai riuscire a modificarle se non cerchi persone che lo stanno facendo che lo hanno fatto e che sono riuscite a realizzare i propri sogni.

Giusto per farti un esempio ancora più pratico, voglio raccontarti un po’ della mia storia.

Ai miei seminari di Map of Dreaming e Reiki che ho svolto nel corso degli anni con molte persone, capitava sempre che alla fine della giornata o del weekend, tutti coloro che erano venuti ad un corso, acquisivano un nuovo punto di vista e una nuova visione della realtà.

Molti erano sbalorditi, estasiati e felicissimi di aver sperimentato quel qualcosa di nuovo e istruttivo che poteva portare tanta trasformazione e benessere nella loro vita, attraverso questo nuovo modo di pensare e agire, solo che anche se a prima vista tutti partivano felici e soddisfatti di quello che avevano appreso, quando tornavano a casa e ritornavano nella loro vita di tutti i giorni, nella loro routine (linguaggio), lentamente ricominciavano a vivere come prima e sai perché?

Perché un conto è qualcuno che ti insegna e ti aiuta ad agire, un conto è quando lo devi fare tu e anche se ai primi tentativi di modificare la tua realtà riesci a farlo, sapere di dover impiegare costantemente le tue risorse acquisite al corso, inizia a diventare dispendioso e lentamente si ritorna alla vita che si faceva prima, si dimenticano le tecniche che rimangono scritte negli appunti o nel quaderno del corso e si perde ogni speranza di riuscire a modificare la realtà, perché ci si accorge che chi ti vive intorno, non ha questo potenziale e sapere di essere capace, diventa un alienarsi dalla realtà in cui si vive.

Era meglio al corso, quando tutti stavano vivendo quella nuova realtà, allora si che era semplice, le tecniche si facevano insieme e tutti potevano crescere dai risultati che si ottenevano.

Nello sciamanesimo si chiama spostamento del punto di unione, una sorta di punto energetico che si trova all’incirca ad un palmo dalla settima vertebra cervicale, quell’osso che sporge dietro al collo.

Il punto di unione non è mai fisso e si può spostare in base alla realtà che si sta vivendo, dove osservare la stessa cosa non vuol dire vedere la stessa realtà.

Per farti un esempio, possiamo mettere 10 persone davanti ad un quadro e ognuna vedrà quel quadro diversamente.

Questo accade perché non esistono due persone al mondo che vivono la stessa identica realtà, perché ogni persona ha vissuto esperienze diverse.

E le esperienze possono essere così diverse che può a volte risultare anche incredibile o impossibile, ciò che qualcun altro è in grado di fare, come camminare sul fuoco, oppure non mangiare e bere per moltissimi anni.

È pazzesco non credi?

Tornando quindi ai corsi che, se fatti bene, modificano sempre la realtà, potrei anche dire che alla fine è inutile fare qualsiasi corso se poi una volta a casa si lascia tutto nel cassetto del dimenticatoio.

Ma, a volte, accade anche che qualcuno, riesce a proseguire e generare nella sua vita ciò per cui ha pagato con denaro e sacrifici e questo è un aspetto su cui si dovrebbe riflettere per capire che se qualcuno ci riesce, tutti ci possono riuscire.

Ciò che aiuta il processo di cambiamento si chiama fede.

Ma non parlo della fede religiosa, sto parlando della fede nelle capacità che l’essere umano ha e che tutti possono sviluppare.

Sapete? Ho avuto modo di camminare sui carboni ardenti una volta, la pirobazia è una delle tecniche più fenomenali per far comprendere quanto a volte il nostro inconscio è limitato e quando ti ritrovi lì, sopra ai carboni infuocati e ti rendi conto che i tuoi piedi al massimo diventano neri e neanche una minima bolla di ustione esce fuori, allora ci si rende conto anche delle grandi potenzialità che un essere umano può avere.

Se devo dirtela tutta, quel giorno stavo riprendendo il corso di pirobazia e quando tutti hanno fatto le loro passeggiate sui carboni ardenti, si sono messe in cerchio intorno alla camminatoio di carboni e io riprendevo il tutto, stando a piedi nudi sopra i carboni, quindi non ho semplicemente fatto una camminata veloce, sperando di non ustionarmi, il mio inconscio era così supereccitato per quello che era riuscito a fare che non si è assolutamente accorto che era più di un minuto che riprendevo camminando su quei tizzoni di fuoco.

Il risultato? Piedi nerissimi, ma neanche un minimo segno di ustione, neanche un minimo dolore e tornato a casa, una volta lavati i piedi, non c’era il benché minimo segno di ciò che avevo fatto quella notte.

Tutto questo, per dirti quanto il nostro potere è illimitato e quante cose siamo in grado di fare.

Non ci sono limiti!

I limiti sono imposti solamente dal nostro linguaggio acquisito, dalla realtà a cui siamo abituati ed è questo l’unico limite esistente, se solo dentro di noi trovassimo la forza di superare quei paletti saremmo tutti in grado di raggiungere ogni obiettivo desiderato.

Chissà, magari potresti essere il nuovo astronauta che va sullo spazio, o essere il nuovo Steve Jobs o Mandela o una di quelle persone che hanno fatto la storia, e credimi, queste persone non sono nate fortunate, hanno solo creduto nel fatto che l’essere umano è in grado di fare cose straordinarie e limitarsi a vivere una vita basandosi sulla fortuna o sfortuna, non è mai stato qualcosa in cui hanno creduto.

Queste persone, come tante altre hanno sempre creduto nelle loro potenzialità, si sono per così dire lanciati nel loro sogno e dopo innumerevoli tentativi ci sono riusciti, lo hanno realizzato senza scoraggiarsi mai… o forse sì, forse anche loro si sono scoraggiati, ma hanno creduto così tanto in quello che facevano che alla fine la loro fede in se stessi li ha ripagati.

Ma voglio dirti di più: NON SEI SOLO!

Difatti esistono delle leggi universali che appoggiano ogni tuo pensiero.

Nello sciamanesimo huna viene chiamato aumakua o spirito ed è quel qualcosa di indefinito ma presente o qualcuno lo potrebbe anche chiamare leggi divine, che vale sia per la persona che crede che per quella atea.

Lo spirito nello sciamanesimo non è considerato come un Dio che somiglia ad una persona il quale a suo piacimento fa accadere le cose, si tratta piuttosto di energia armonica universale e cioè che vale per tutti.

Per farti un esempio più concreto mi basta parlarti delle onde radio scoperte da Nikola Tesla e brevettate da Guglielmo Marconi.

Se impostiamo con un dispositivo una frequenza e impostiamo la stessa frequenza in un altro dispositivo messo ad una certa distanza, essi entrano in risonanza

Provate anche voi, se due chitarre si trovano nella stessa stanza e sono accordate in egual modo, se si fa suonare una corda di una chitarra, la stessa corda dell’altra chitarra vibra per risonanza.

Ed è la stessa identica cosa che capita ad una cellula del nostro corpo quando assimila i nutrienti.

Se infatti per un qualsiasi motivo le cellule non emettono la giusta frequenza di un nutrimento, esso non entra in armonia con il corpo e viene espulso automaticamente.

Viene lecito quindi dire che se siamo in armonia e le nostre cellule vibrano correttamente, assimileremo solo nutrimenti e le tossine verranno espulse, ma se le cellule non vibrano armonicamente può accadere l’esatto opposto e generare quindi malattie.

Pertanto la legge di risonanza, risulta una legge uguale per tutti, tanto che ci si creda oppure no e questa è una delle leggi di aumakua o spirito.

Ma cosa vuol dire esattamente?

Vuol dire che lo spirito, è come un regista di un film, ma è neutro, e cioè mette in scena nella vita di chiunque, ciò che si pensa.

Ecco perché le realtà sono diverse una dalle altre, perché ognuno, in base al suo pensiero, genera la realtà che desidera e lo spirito la mette in scena.

Non è quindi possibile prendersela con nessuno se nella nostra vita accadono avvenimenti di un certo tipo che non ci piacciono, sono sempre e solo creati da noi

Ma come ti dicevo, non sei solo perché sei collegato al tutto!

Se decidi che nella tua vita, vuoi raggiungere un obiettivo o realizzare un sogno, lo spirito per risonanza, genererà intorno a te occasioni (fortuite qualcuno direbbe) che ti aiuteranno nell’intento ma bada bene, un conto è desiderare con il cuore un cambiamento e un conto è pretenderlo.

Non esiste solo la legge di risonanza, ma esistono anche altre leggi che di solito spiego ai miei seminari di sciamanesimo e reiki.

Comunque credo che questo sia già più che sufficiente a spiegare che tutto dipende da te e che puoi superare ogni limite e ricorda che se inizi qualcosa che ti sta a cuore, inizialmente le cose si metteranno bene, ma potresti avere delle difficoltà da superare, queste difficoltà è proprio il linguaggio, il vecchio carattere da cui dovrai staccarti.

È come una catena, se saprai guardare avanti, essa scomparirà nel tempo e sarai libero di realizzare tutto ciò che desideri con amore e armonia.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi corsi dove parlerò anche di questi aspetti, scorri in basso in questa pagina, apparirà un popup dove potrai lasciare il tuo nome ed email.

Ti auguro una splendida giornata in armonia!

Related Post

Cibo ed emozioni: l’archetipo nascosto L'alimentazione è connessa con la vita emotiva ed assume un significato che va oltre l’aspetto semplicemente fisiologico L’uomo è ciò che mangia” ...
Amore per il Benessere – Luca Bolognini R... PIÙ RAFFORZATI DI PRIMA Lasciarsi andare alla vita materiale e alle emozioni è salutare per l'inconscio che cerca solo il benessere e la mente coscie...
Il mio regalo di Natale: il tuo salva-feste Il Natale muove una bacchetta magica sul mondo ed ecco, tutto è più dolce e più bello- Norman Vincent Peale - Le feste rappresentano un momento di c...
Che rapporto hai con il tuo partner? Le relazioni romantiche sono importanti per la nostra felicità e il nostro benessere. Eppure, con oltre il 40% dei nuovi matrimoni che finiscono con ...
I SALDI VITAHEAVEN

TUTTO SCONTATO DEL 40%

Approfitta di questa straordinaria occasione per il tuo benessere
Sbrigati! I saldi terminano il 28 Febbraio
close-link

Huna
lab

Iscriviti alla newsletter di
Luca Bolognini
Mi iscrivo
close-link