Riscoprire le proprie potenzialità, è possibile soltanto se si ha fiducia di se stessi!
Luca Bolognini

Troppe sono le informazioni che provengono da fuori e troppe sono le paure che si creano quando tentiamo di realizzare i nostri sogni.

Ciò che accade è che vedere persone riescono a mostrare il loro potenziale, spesso abbatte il nostro desiderio di autorealizzazione e il destino o il karma, la fa da scusante limitando il nostro agire.

Quante volte ti sarà successo di non credere in te stesso vedendo persone intorno a te realizzate nella loro vita?

Quante volte hai creduto di non potercela fare perché chi ti si mostra davanti lo consideri irraggiungibile?

Ho voluto utilizzare la parola karma perché proviene dall’antica cultura vedica che molti di noi già conoscono, ma vorrei portare all’attenzione anche la parola kriya proveniente dalla stessa filosofia, dove invece di identificare un bagaglio di esperienze dovute alle nostre azioni, il kriya identifica ” la purificazione attraverso l’azione”.

Da sempre il kriya yoga viene considerato come il miglior sistema di purificazione che fa raggiungere il proprio se
in brevissimo tempo attraverso tecniche attive di ricarica e di autoconsapevolezza che aiuta il praticante a staccarsi dall’osservazione degli altri, concentrandosi solo sul proprio essere.

Stessa cosa accade nelle arti sciamaniche, dove nulla è più importante dell’agire indipendentemente da cosa accade fuori di noi, un modo attivo di stare al mondo, dove non si è vittima delle circostanze ma si è attivi nel creare le giuste circostanze.

Pensare alle paure mi porterà ad aver paura, pensare all’amore mi porterà ad amare.

Tutto dipende solo da dove voglio portare la mia attenzione!

Questo aspetto è essenziale per riscoprire le proprie potenzialità, perché solo grazie all’azione e l’introspezione si è in grado di capire chi siamo e quale ruolo possiamo avere nella nostra vita.

Nella nostra cultura questo concetto di introspezione e azione è così poco preso in considerazione che spesso ci si ritrova a vivere situazioni complesse che sembrano non avere risposta: sofferenze che non hanno spiegazioni, casi incomprensibili e momenti negativi che non possono essere risolti.

Molte scusanti si creano, quando non si ha la facoltà di agire o comunque di cercare di migliorare se stessi: colpa della crisi, colpa dei governi, colpa dell’azienda dove lavoro, colpa del collega, colpa di tutto ciò che proviene da fuori di noi.

Non è strano pensare che ci sia qualcosa o qualcuno che deve per forza determinare la nostra vita e farci soffrire?

Pensate veramente che la vostra vita in questo mondo sia determinata dagli altri?

Se andiamo a scavare, se percorriamo quel percorso che si inoltra nelle profondità del nostro animo, lì potremo trovare la soluzione e comprendere il perché accadono tutti gli avvenimenti che si susseguono nella nostra vita.

Nel nostro inconscio ci sono le memorie della vita, esso crea il nostro carattere ed è in grado di mostrare chi siamo, ma non è in grado di farci vedere le nostre potenzialità.

Una mente cosciente che invece ha per sua natura la capacità di analizzare, è lo strumento che tutti dovrebbero utilizzare, perché grazie ad essa si avrà la possibilità di realizzarsi e comprendere il proprio ruolo nel mondo.

Una tecnica antichissima dei kahuna hawaiani è il sogno lucido, e cioè la capacità di ricreare dentro la nostra mente una realtà in base al linguaggio simbolico dell’inconscio.
Accedendo a questa realtà si è in grado di modificare, ristrutturare e realizzare situazioni di vita che poi si rifletteranno automaticamente nella realtà di tutti i giorni.
Una potente e allo stesso tempo semplice tecnica, molto più efficace di qualsiasi seduta di psicanalisi.

Difatti il sogno lucido crea la situazione, la elabora e la modifica immediatamente, andando a ristrutturare un vecchio pensiero o abitudine bloccante.

Su www.vitaheaven.it sto inserendo questa tecnica all’interno di un piano di lavoro chiamato W.i.v.a (workflow, inclusivo, vantaggi e aspirazioni).
Esso è in grado di portare all’azione chi lo pratica, generando introspezione, potere personale e realizzazione dei propri obiettivi.

Wiva nasce dalle esperienze dirette che ho avuto con le tantissime persone che ho incontrato ai corsi di Map of dreaming advanced academy e i corsi di reiki, dove spesso ciò che accade è che finito il corso, la persona si ritrova a rivivere le proprie esperienze come succedeva prima del corso stesso.
Questo è normale, non si cambia la struttura inconscia di una vita con uno o due weekend di corso e neanche con cinque, dieci weekend di corso.

È comunque possibile raggiungere grandissimi risultati in breve periodo, se la persona segue un piano ben strutturato che lo porta ad agire consapevolmente ogni giorno.
In questo caso, i risultati saranno sin da subito evidenti e tramite un analisi temporale, si avrà la facoltà di riuscire a comprendere quali sono stati i benefici e dove si è arrivati.
Il processo Wiva porta a scoprire le tue potenzialità e sentirsi realizzati nella vita: puoi utilizzarlo per trovare il lavoro dei tuoi sogni, raggiungere stabilità economica, riuscire a relazionarti bene con il tuo partner, creare una bellissima famiglia affiatata, aiutare i tuoi figli a crescere sani e puoi riuscire a ritrovare o mantenere tutta la tua salute.
Non c’è nulla di più meraviglioso che vedere persone realizzate nella propria vita, perché se uno è realizzato, non genera odio, non genera cattiveria e non se la prende con il mondo intero, ma fa in modo che il suo ruolo, sia un ruolo attivo atto al miglioramento e la pace.

Ora non importa se credi che questo sia possibile o meno, ciò che dovresti chiederti è: quanto credi nelle tue facoltà?
Perché il segreto è tutto lì, se credi di poter esprimere il tuo potenziale allora in un modo o nell’altro ce la farai,

Con amore
Luca